Come affrontare le salite e le discese in moto




Le strade in pendenza sono senz’altro difficili proprio per le loro caratteristiche, bisogna saperle affrontare e soprattutto avere una guida sicura.
Si sa ai motociclisti piacciono le curve e di conseguenza le strade di montagna, può sembrare un argomento banale ma non lo è per niente.
In quest’articolo parlerò di come affrontare una salita e una discesa in moto.
Questo articolo continua la serie intitolati “Primi passi in Moto”, dove spiego diverse tecniche e modi di comportarsi quando si è in sella alla moto per i principianti e non.
 
 

Come affrontare una salita in moto

Per affrontare una salita in moto, come in molte altre situazioni di guida, cercate di prevedere sitauzioni di pericolo e muovetevi sempre senza fretta e con la massima attenzione e concentrazione possibile.
  • Bisogna imparare a valutare la pendenza del tracciato, e se questo è molto ripido cercare di valutare come affrontarlo.
  • Prima della salita non prendete la rincorsa, e non affrontatela a velocità sostenuta questa potrebbe farvi perdere l’equilibrio o non permettervi di evitare ostacoli potenzialmente pericolosi.
  • Prima della salita scalate la marcia, e spostate il peso del vostro corpo in avanti, verso il serbatoio, per evitare eventuali impennate o spostamenti bruschi del baricentro.
  • Considerando che state usando una marcia bassa (1° – 2° Marcia) agite sull’acceleratore con la massima attenzione per evitare di dare strattoni, che potrebbero farvi sbilanciare.
  • Se le condizioni del tracciato lo permettono e vi sentite pronti a farlo salite di marcia e continuate a gestire il comando del gas con regolarità.
  • Evitate di continuare a scalare e salire di marcia, questo fa aumentare i consumi e il più delle volte non serve a nulla, scegliete il rapporto ideale e usatelo. E solo quando le condizioni lo permetteranno o lo richiederanno cambiate marcia.

 [stextbox id=”warning”]

Attenzione: su una strada in pendenza se dovrete fermarvi appoggiate bene i piedi e tenete sempre uno dei due freni azionati per rimanere fermi, ricordatevi che se dovete compiere delle manovre come quella del parcheggio o semplicemente un incrocio o un’altra situazione particolare, questa sarà molto più difficile e pericolosa rispetto a un’analoga situazione in piano. La pendenza del terreno può creare grossi problemi. 
Nel caso in cui siete fermi e dovete ripartire vi consiglio di leggere “La partenza da fermo in moto” dove viene spiegato come fare la partenza in salita.
Anche mettere e togliere il cavalletto sarà un’operazione da compiere con la massima attenzione, vi consiglio di leggere “Posizionare la moto sul cavalletto laterale”.

[/stextbox]

 

 

 

 

Come affrontare la discesa in moto

Ricordatevi che in discesa la frenata sarà più lunga e faticosa sia fisicamente sia per le parti meccaniche rispetto a quella in piano. Per avere il controllo della moto in discesa bisognerà usare il freno motore, innestando un rapporto basso, il freno anteriore e quello posteriore.
  • Prima di affrontare una discesa rallentare fino alla velocità idonea.
  • Scalate la marcia e mettete un rapporto corto che vi permetta di usare il freno motore, ma non esagerate, scegliete la marcia in base alla pendenza. Più la marcia sarà bassa più l’azione del freno motore sarà forte.
  • Per discese con forte pendenza usate la 1° o la 2°, per discese medie usate la 3°-4°. Ovviamente dipende anche molto dal tipo di moto e dalla potenza che ha
  • Prima di affrontare la discesa arretrate leggermente sulla sella per evitare di caricare troppo peso sulla ruota anteriore e le relative sospensioni
  • Usate sempre entrambi i freni e usate il freno motore, per rallentare
  • Se la pendenza richiede un maggior freno motore, bisogna inserire una marcia più bassa, accompagnate la manovra di cambiare marcia con i freni in modo da non lasciare la moto senza nessun controllo. Rallentate il veicolo e diminuite i giri del motore, quando questi saranno consoni scalate marcia, e rilasciate dolcemente la frizione e successivamente anche i freni. Nella scalata potreste eventualmente usare la doppietta per rendere la manovra più fluida, se volete sapere come si fa la doppietta, andate a leggere Come usare il cambio della moto (in fondo all’articolo.)
  • Evitate scalate al limite e con velocità troppo sostenuta, questo potrebbe causare danni al motore, e/o potrebbe causare il bloccaggio della ruota posteriore con la conseguente perdita di aderenza.
  • La scalata in discesa è una manovra difficile e impegnativa che richiede concentrazione, e bisogna sempre compierla con la seguente sequenza: 1 Freno – 2  Frizione – 3 Scalare marcia – 4 Rilasciare la frizione – 5 Rilasciare i freni.

 Potrebbe interessarti anche : Come guidare una moto a marce ?

 [stextbox id=”warning”]

Attenzione: non procedete mai con il cambio in folle o con la frizione tirata, affidandovi unicamente al sistema frenante. Perché questo potrebbe surriscaldarsi, perdere di efficienza e non funzionare più, mettendovi in una situazione di estremo PERICOLO sia per voi sia per gli altri.
La regola generale è che non bisogna mai lasciare andare la moto senza nessun controllo quindi dovrete avere sempre una marcia inserita e nel caso dobbiate scalare usate i freni temporaneamente per controllare la moto.
Se dovete parcheggiare o semplicemente manovrare la moto vi consiglio di leggere questo articolo “Manovrare la moto da fermo”.

[/stextbox]

Conclusioni

In salita scegliete il giusto rapporto, non fate spegnere la moto e spostate il vostro peso verso la parte anteriore della moto.
In discesa allungate la distanza di sicurezza, controllate sempre la moto con il freno motore e se necessario aiutatevi con i freni e arretrate leggermente sulla sella per non caricare troppo l’anteriore. Le prime volte ricordatevi di stare calmi e di compiere le manovre in sicurezza e cercando di guidare in maniera intelligente.

Se guiderete spesso in montagna, leggete anche “Come affrontare i tornanti” dove saranno dati degli utili consigli su come guidare su questo tipo di curva.

 

 

Born To Be Free ti consiglia questi libri:

Commenta con Facebook




Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.