Santiago Guillen e Antonio Veciana il giro del mondo in 79 giorni in vespa

Santiago Guillen, Antonio Veciana, viaggio vespa, giro del mondo,

Un giro del mondo da record compiuto da due giovani studenti

a bordo di una vespa decorata da Salvador Dalì.

Santiago Guillen e Antonio Veciana due studenti universitari della facoltà di giurisprudenza di Madrid, il 25 luglio 1962 partirono dalla capitale iberica in sella a una Vespa 150 S di produzione spagnola, per compiere il giro del mondo in 79 giorni.

L’idea di questa incredibile avventura, venne loro dopo aver visto il film “Il Giro del Mondo in 80 Giorni” di Michael Anderson del 1956 tratto dall’omonimo romanzo scritto da “Jules Verne”.

Per aggiungere maggior emozione decisero che volevano usare come mezzo una Vespa. Chiamarono il progetto “Operazione Elcano” e dopo due anni e mezzo quel sogno si realizzò grazie all’azienda MotoVespa che lì incoraggiò e li sostenne.

Continua a leggere

Albania: dove la strada ti sfida e ti ricompensa

20150713_Balcani 2015-C65__MG_5150-001

Chiudo i bauletti del Transalp nervosamente, sollevato solo dal pensiero che tra pochi minuti lascerò questo infernale campeggio macedone.Viaggiare con un budget limitato è come caricarsi sulla moto la dea bendata, non sai mai dove ti farà capitare. Questa volta, mi è andata male.
Guido fino a Struga, costeggiando il lago Orid. Le sue acque sembrano un foglio azzurro, liscio, perfetto, senza increspature. Il contrario del mio umore.
Mi sto dirigendo verso Debar e quando vedo sulla strada un cartello che indica il divieto di fotografare, sono preso dall’irrefrenabile desiderio di capire la ragione del divieto, e, naturalmente, di fare la più bella foto del mio viaggio.
Proseguo per un paio di chilometri, incuriosito, fino a quando raggiungo la zona proibita.Su un lato sorge una costruzione grigia, imponente, in stile URSS, la cui lunga vetrata riflette la luce del mattino. Sul lato opposto, la strada corre sopra una massiccia e alta diga, mentre poco lontano spuntano edifici non meglio identificati e, chissà, magari anche qualche bunker segreto.
Voglio assolutamente fotografare questo spettacolo decadente, lo strascico di un passato dittatoriale che ancora getta la sua ombra sulle spalle del paese, popolando di fantasmi posti come quello dove mi trovo ora.

Continua a leggere

Sulkowsky Bartha e Zoltan Gyula: Il giro del mondo in sella ad un Harley Davidson

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Sulkowsky Bartha Zoltan Gyula sono due giovani Ungheresi che dal 1928 al 1936

partirono per il giro del mondo, in sella a una Harley Davidson con sidecar,

la prima a compiere il giro del mondo.

La storia comincia nel 1928. La guerra ha devastato l’Ungheria e la divisione dell’impero Austroungarico ha lasciato senza patria molte persone. Anche a causa della crisi economica il paese si trova in una pessima situazione.

Inizialmente Sulkowsky Bartha e Zoltan Gyula con i pochi soldi messi da parte si recano in Italia per cercare fortuna, ma anche qui la situazione non è delle migliori. A questo punto nasce in loro l’idea che l’unica soluzione sia quella di partire e compiere un viaggio straordinario intorno al mondo.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Pertanto si recano a Parigi per comprare il mezzo che secondo loro è il più...

Continua a leggere

LIBRI : Quante Strade

Quante strade , claudio giovenzana, libro moto,

“Quante Strade” è un libro sui viaggi in moto scritto da Claudio Giovenzana, un personaggio davvero unico e interessante, psicologo, fotografo, scrittore, video maker, viaggiatore, motociclista, ecc…

Insomma forse lo si può definire un nomade del mondo alla ricerca continua della libertà, o forse solo di se stesso.

L’autore in sella alla sua MotoGuzzi, ci racconta l’inizio del suo viaggio, per la precisione i primi 10.000 km lungo un immenso stato, il Canada, che ha attraversato percorrendo la mitica Transcanada, da Est a Ovest.

Una persona che ha voluto ritrovare in questo viaggio la bellezza e l’animo della giovinezza, infatti lui stesso si definisce “un adolescente di terza età”, portando con sè un oggetto che forse è il simbolo universale della spensieratezza dei giochi di un bambino. Un orsacchiotto di peluches, il “toporso”, che lo accompagnerà per tutta la sua incredibile avventura, legato sul sedile del passeggero.

Un’esperienza che lo ha cambiato e ha cambiato il suo modo di vedere le cose, di concepire il viaggio, i chilometri, lo spostamento, ma soprattutto gli incontri e le storie di cui lui è testimone.

Continua a leggere

Route des Grandes Alpes (Francia)

Route-des-Grandes-Alpes-Profilo-maps

La Route des Grandes Alpes è una strada mitica situate in Francia che inizia a Thonon les Bains sul Lago di Ginevra e finisce a Menton (Mentone) sulla Costa Azzurra, a pochi chilometri dal confine italo-francese.

E’ composta da 15 passi alpini e il dislivello totale che la strada compie è di circa 15.713 metri. L’itinerario stradale è lungo circa 684 km attraversa le Alpi Francesi da Nord a Sud, passa nel mezzo di alcuni parchi nazionali, quali quello di Vanoise, degli Écrins e del Mercantour ed i parchi naturali regionali dei Bauges e del Queyras.

 

Storia

Questa strada venne costruita nel 1909 e i lavori terminarono nel 1937 con la costruzione del valico alpino del Col de l’ Iseran uno dei più alti d’Europa. All’inizi del 900  le Alpi Francesi erano una zona isolata e poco aperta al mondo, la costruzione di una via di comunicazione come questa, ha permesso non solo agli abitanti delle montagne un’ apertura verso il mondo esterno, ma anche l’opportunità di scoprire le bellezze di queste montagne permettendo lo sviluppo del turismo.

Dopo la costruzione di una rete autostradale, il percorso ha perso importanza e ora è diventato solo una strada turistica e panoramica. Inoltre nel 1995 sono state apportate delle modifiche per snellire il traffico sui passi Col de la Colombière e il Col de Aravis, che non fanno più terminare la strada a Nizza ma,  nella cittadina costiera  di Mentone. La Route des Grandes Alpes ha come numero ufficiale di strada il D902.

Continua a leggere

Carl Clancy: Il 1° giro del mondo in motocicletta

giro del mondo in moto, Carl Clancy , primo giro del mondo in moto, giro del mondo,

Carl Clancy nel 1912 partì per il giro del mondo in motocicletta

fu il primo uomo ad aver compiuto questa impresa

Carl Clancy Stearns nacque nel New Hampshire l’8 Agosto del 1890, da Alice Clancy del Massachusetts, e da William Clancy, irlandese. É accreditato come il primo uomo ad aver effettuato il giro del mondo in motocicletta.

Nel 1908 all’età di 18 anni lasciò il college e decise di trasferirsi a New York dove trovò lavoro nel settore pubblicitario, ma ben presto si stancò di questo lavoro per la situazione di staticità.

Architettò uno stratagemma per riuscire a convincere Henderson Motorcycle Company di Detroit, a fornire a lui ed ad un suo amico due motociclette nuove per fare il giro del mondo in moto. Avrebbero coperto le loro spese scrivendo articoli sulle più importanti riviste di tutto il mondo.

Nell’Ottobre del 1912, insieme all’amico motociclista Walter Rendell Storey partì da New York a bordo di una nave per raggiungere Dublino. Qui il produttore Henderson gli procurò le motociclette, le cartine e l’attrezzatura per il viaggio.

Continua a leggere

LIBRI: 100 strade da moto in Italia

100 strade da moto in Italia, libri moto, guide turistiche moto, libri viaggi moto, itinerari moto,

“Le curve più appassionanti dalla Valle d’Aosta alla Sicilia “
(Link Amazon)

100 strade da moto in Italia, è una guida turistica per motociclisti edita da Mondadori, che vuole con questo volume allargare la sua fortunata collana. Composta da libri quali 100 passi alpini in moto,  100 passi alpini in moto 2,  Il meglio dell’Europa in moto.

Questo nuovo volume segue la stessa linea grafica e di composizione dei precedenti volumi, ma questa volta descrive le strada più belle sul territorio italiano.

Ogni strada è corredata da una cartina, dal profilo altimetrico. Con descrizioni della storia e delle caratteristiche della strada, morfologiche, geografiche e culturali.

Inoltre ogni descrizione comprende anche utili consigli sulle attrazioni turistiche e punti panoramici, dove andare a mangiare e dove andare a dormire.

Continua a leggere