Primi passi in moto

Con questo articolo e i successivi voglio fornire dei consigli per i neofiti sui diversi aspetti, le diverse tecniche da conoscere – utilizzare e le diverse difficoltà che si possono incontrare.
Dopo aver scritto Come guidare una moto a marce dove ho fornito le informazioni generali sulla disposizione e funzionamento dei comandi, voglio snocciolare alcuni consigli e le tecniche per compiere i prima passi in moto. 

Ovviamente questo articolo parte dal presupposto che sappiate utilizzare i comandi base della moto. 

 

Le caratteristiche della moto

Una cosa importante è sapere che usando una moto sbagliata si possono prendere delle cattive e errate abitudini, che in alcuni casi possono essere anche pericolose.

Bisogna fin da subito cercare di iniziare con il piede giusto cercando per prima cosa di scegliere un modello con una cilindrata non esagerata, gestibile e adeguato all’esperienza.

La scelta della moto deve essere fatta, soprattutto per i neofiti, con la testa e non con il cuore. Infatti se si sceglie una moto troppo complicata o non adatta alla nostra esperienza, si potrebbe incorrere in innumerevoli problemi che potrebbero con il tempo scoraggiare e far perdere interesse.

Prima di comprare una moto è necessario informarsi e documentarsi a fondo sulle caratteristiche dei mezzi in commercio. Da tenere presente anche cosa si desidera fare  con quella moto, se viaggiare, se utilizzarla anche per casa lavoro, ecc…

Le caratteristiche principali che deve possedere la prima moto sono, la Guidabilità, la Leggerezza e la Comodità. Bisogna anche non sottovalutare le proprie capacità per non trovarsi dopo poco con una moto che non soddisfa più le proprie esigenze, questo capita raramente, e la maggior parte delle volte che succede è dovuto più a una questione di mentalità che a un mero sbaglio di valutazione.

Una cosa molto importane è valutare le nostre caratteristiche fisiche, bisogna sempre controllare l’altezza da terra della sella e paragonarla alla nostra. È buona norma prima di acquistare una moto di salire in sella, senza cavalletto, sapendo che bisogna toccare con entrambi i piedi almeno per metà pianta.

Un’altra caratteristica di una buona moto da neofiti è l’angolo di sterzo che deve essere ampio.

 

 

La moto va dove gli occhi guardano.

È proprio così, la moto va nella direzione dove è rivolto lo sguardo del guidatore, una semplice regola che va sempre tenuta a mente. Bisogna guardare davanti a sé con lo sguardo il più lontano possibile.

Gli specchietti sono fondamentali, vanno regolati a dovere e bisogna utilizzarli spesso con rapide occhiate, per controllare e avere un quadro chiaro della situazione circostante.

I primi passi in moto, Consigli di Guida
Gli specchietti sono fondamentali

Un’altra cosa fondamentale è quella di educarsi a guidare in maniera tale da essere visti, questo si può fare non nascondendosi dietro a grossi camion e furgoni, cercando di utilizzare traiettorie consone alla strada per ottenere le migliori condizioni di sicurezza. Azionando sempre le frecce con largo anticipo, utilizzare gli abbaglianti se necessario e controllando prima di mettersi alla guida che tutte le luci siano funzionanti, anche quella dello stop. Utilizzando in maniera ragionevole il clacson, è meglio prendersi un parolaccia che essere investiti, ma questo non significa abusarne.

Oggi esistono anche innumerevoli capi di abbigliamento ad alta visibilità, o gilet e fasce che si possono indossare sopra la giacca, se non vi piacciono un consiglio è quello di evitare il colore nero sia della moto che dei capi di abbigliamento. Utilizzando il bianco o colori chiari aumenterete la vostra visibilità.

Guidare sicuri richiede attenzione, per cercare di valutare e prevedere le condizioni della strada e del traffico, cercando di anticipare, evitare e prevedere i pericoli. Insomma è un continuo ricalcolare e ricostruire l’evolversi della situazione e trovare alternative e soluzioni. All’inizio è un processo lungo e difficile ma col tempo diverrete più esperti e migliorerete. Questo non significa che quando avrete più esperienza dovrete andare  a tutta velocità, anzi dovrete usare questo processo mentale per poter avere un margine di sicurezza maggiore.

 

I primi passi in moto, Consigli di Guida
Stare dietro a un camion limita la visuale e la sicurezza

 

Andatura da tenere inizialmente

Bisogna guardare e prestare attenzione a numerose cose, infatti i primi giri che farete in moto fateli in zone poco trafficate e non negli orari di punta. Per guidare una moto c’è bisogno di una sforzo mentale notevole e per guidare in maniera sicura e intelligente ci vuole ancor più concentrazione.

Evitate strade con molto traffico, con un tracciato impegnativo (ad esempio strade di montagna) e con una velocità di percorrenza che non siete ancora capaci di tenere. Infatti  la differenza di velocità di un veicolo rispetto all’andamento del traffico lo rende maggiormente soggetto a incidenti, questo accade sia se si va più piano che più veloce. Se percorrete una strada dove tutti vanno a 80 km/h e voi tenete una velocità 50km/h questa differenza di velocità costringerà gli altri utenti della strada a comportarsi in maniera aggressiva, a frenare o a tentare sorpassi azzardati passandovi troppo vicino.

Tenete sempre la distanza di sicurezza, le prime volte prendetevi qualche metro in più, perché non siete ancora esperti nell’utilizzare il freno e questo potrebbe non farvi essere pronti e/o capaci di utilizzare la piena potenza frenante della moto.

Insomma agli inizi andate piano, siate prudenti e cercate di aumentare progressivamente la difficoltà del tracciato, la velocità di percorrenza e le situazioni particolari, in relazione alla vostra capacità.

 

I primi passi in moto, Consigli di Guida
State attenti alle auto parcheggiate o in sosta.

 

Andatura del tracciato

Più avrete informazioni visive utili più potrete guidare in sicurezza, ricordatevi di guardare sempre i cartelli stradali e l’andamento del traffico. Con il tempo riuscirete a capire anche l’evolversi della situazione.
Esistono anche altri segnali a cui fare attenzione.
  • Se si è in una zona abitata cercate di tenere un occhio sui pedoni che sono sui marciapiedi e rallentate in prossimità delle strisce pedonali.
  • Se ci sono auto parcheggiate a lato della carreggiata state attenti a eventuali bambini o persone che attraversano o automobilisti che aprono la portiera senza guardare.
  • Se siete su un tracciato sporco (ghiaia, sassolini), non guidate al centro della carreggiata ma cercate di stare o a destra o a sinistra della vostra corsia, per intenderci nelle due zone dove passano spesso le ruote delle automobili, quelle due strisce sono tendenzialmente le più pulite.
  • Se siete su una strada pianeggiante senza particolari punti di riferimento per capire l’andamento del tracciato guardate oltre il muro dei normali veicoli prestando attenzione a camion, pullman, grossi furgoni, ecc…  che vi precedono.  Questi vi possono fornire in anticipo la traiettoria della strada.
  • Quando si raggiunge un incrocio è buona norma rallentare e aguzzare la vista e i riflessi, per prima cosa cercate di non superare mai altri veicoli, infatti molti incidenti capitano in prossimità di incroci per svolta senza l’accensione delle frecce, o per mancato rispetto della precedenza.
  • Se siete su una strada dove si immettono altri veicoli tramite una strada secondaria controllate sempre in che direzione devono girare, sia guardando le frecce, sia guardando in che direzione sono girate le ruote.
  • Un dosso o una cunetta sono degli ottimi punti di osservazione per capire l’andamento del tracciato, cercate di sfruttarli.
  • Non mettetevi mai dietro a un camion, a un grosso furgone o a un pullman vi impediscono di guardare avanti  limitando il vostro tempo di reazione.

 

Se avete altri suggerimenti o domande commentate pure

 

 

Born To Be Free ti consiglia questi libri:

Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.