Manovrare la moto da fermo




Manovrare da fermo la moto è un’operazione difficile e complicata che richiede attenzione e soprattutto capacità, per evitare di farla cadere a terra o di rimanere bloccati.
Come bisogna comportarsi? Quali sono le diverse manovre che si possono compiere?
Dopo aver scritto l’articolo su Come guidare una moto a marce? dove illustravo il funzionamento di un veicolo a due ruote e La partenza da fermo in moto dove spiegavo le diverse situazioni di partenza e come affrontarle, ora passo a spiegare come manovrare la moto quando è ferma.

Manovrare da fermo la moto

Manovrare una moto da fermo è senz’altro una delle cose più  difficili, sia perché la moto ha un peso considerevole, sia per le problematiche in cui s’incorre su determinati terreni. A soffrire maggiormente di questo problema sono i neofiti, quelli che possiedono moto pesanti o con un’ altezza della sella troppo alta rispetto alla propria statura.

Per questo nell’articolo Primi passi in moto descrivevo l’importanza di scegliere una moto che permetta di toccare a terra con entrambi i piedi per almeno metà pianta.

Esistono due tecniche di manovra da fermo, quella di manovrare in sella alla moto e quella di manovrare da terra.
Prima di affrontare una manovra da fermo assicuratevi che il terreno sia in buono stato, senza grossi ostacoli, che non sia scivoloso o sdrucciolevole e che non abbia grosse pendenze. Se non siete sicuri del terreno che avete scelto per fare manovra, allora cercatene un altro e non correte il rischio di far cadere la moto o combinare guai.

 

 

 

Manovra in sella

Questa è sicuramente la manovra più sicura, perché essendo in sella, si riesce a controllare bene il peso della moto, ma la meno efficace e può essere compiuta solo da chi tocca bene a terra con entrambi i piedi con almeno metà della pianta.
Per prima cosa non abbiate fretta, più la manovra sarà compiuta con calma e più sarà sicura. Evitate manovre e movimenti bruschi, situazioni pericolose e terreni non adeguati.
Per far arretrare la moto, con i piedi saldamente a terra e il freno rilasciato, iniziate a spingerla indietro con un piede, mentre l’altro sarà saldamente a terra per controllare l’equilibrio, mai usare entrambi i piedi per spingere o usare sempre lo stesso. Il movimento va compiuto alternandoli come se steste camminando (destro, sinistro, destro, ecc…).
Per far avanzare la moto,dovete sfruttare l’uso del motore, lavorando di frizione e acceleratore dosandoli in maniera impercettibile. Per arrestare la moto usate il freno anteriore sempre con delicatezza.
Così facendo avrete il controllo totale dell’equilibrio della moto, e potrete manovrare in sicurezza.

Manovrare da Terra

Questa tecnica è la più efficace, essendo in piedi si può sfruttare a pieno la forza delle gambe e del corpo, compiendo la manovra con meno sforzo, ed è adatta a piloti di piccola statura, ma è anche quella meno sicura, perché offre meno controllo sulla moto e una possibile perdita di equilibrio del mezzo.

Se non siete riusciti a compiere la manovra in sella allora potete scendere dalla moto e compiere la manovra a terra. Per prima cosa spegnete il motore e mettere il cambio in folle, aprite il cavalletto e scendete dalla moto.
Posizionare la moto sul cavalletto laterale.

A questo punto siete a terra di fianco alla moto, afferrate il manubrio con entrambe le mani, raddrizzate la moto e togliete il cavalletto. Durante la manovra cercate di mantenere la moto più verticale possibile, cioè non inclinatela eccessivamente, perché da un lato (quello opposto al vostro) potrebbe cadervi e dall’altro potreste fare una fatica immane durante la manovra per sorreggere tutto il peso della moto con il vostro corpo.

Muovetevi lentamente mantenendo due dita sul freno anteriore, pronte ad agire per fermare il veicolo, spostate la moto in avanti o in dietro e portate a termine la manovra.
Il freno va usato con delicatezza e senza strattoni, non fate movimenti bruschi, affrettati, ed evitate le situazioni pericolose.

Sicurezza durante la manovra

Se la situazione diventa pericolosa, allora interrompete la manovra e cercate un posto più sicuro e adeguato. Se invece capite di essere in una situazione di stallo e siete bloccati, allora non esitate a chiedere aiuto ad amici, compagni di viaggio, o passanti. Spiegate la situazione e le dinamiche della manovra. Fatevi aiutare con spinte lente e graduali.

Non vergognatevi, può capitare a chiunque di ritrovarsi in una situazione complicata, l’importante è prendere consapevolezza dei propri limiti, così da poter evitare situazioni spiacevoli che non si sanno gestire e che in alcuni casi non si possono controllare.

Se siete alle prime armi evitate questi tipi di terreni.

Esercizio per migliorare il controllo della moto da ferma

Questo esercizio serve per migliorare la conoscenza della moto, del suo volume, del suo peso, e degli appigli cui ci si può attaccare conferendo maggiore confidenza e migliorando la capacità di tenere in equilibrio la moto.

Per prima cosa questo esercizio va ripetuto spesso, fino a che non ci si sente più sicuri.

Ci troviamo con la moto parcheggiata in un luogo dove il terreno è pianeggiante, non è sdrucciolevole, scivoloso e non presenta ostacoli. Intorno alla moto ci deve essere spazio sufficiente per muoversi agilmente.

La prima volta che fate l’esercizio non chiudete il cavalletto laterale e se avete paura che la moto vi possa cadere fatevi assistere da un amico.

L’esercizio consiste nel compiere due giri della moto, uno in senso orario e l’altro in senso antiorario, tenendola in equilibrio.
  • Avvicinatevi alla moto dal lato del cavalletto.
  • Raddrizzate la moto
  • A questo punto iniziate a spostarvi verso la parte posteriore, aggrappatevi al maniglione o il telaio posteriore e intanto spostatevi in maniera tale da riuscire ad arrivare dall’altro lato della moto tenendola in equilibrio.
  • Ora dovrete terminare il giro passandole davanti, sempre tenendola in equilibrio.
  • Siete sul lato, dove vi è il cavalletto, ora dovrete, sempre tenendola in equilibrio, compiere il giro completo al contrario.
  • A questo punto potrete appoggiarla sul cavalletto.
Dopo aver provato un paio di volte con il cavalletto laterale aperto (che fornisce la garanzia che se la moto si sbilancia dal quel lato non cada) provate senza.
Potrebbe interessarti : Come usare il cambio della moto

Conclusioni

Ricordatevi sempre, di rimanere calmi e di pensare a cosa dovete fare, poi fatelo con prudenza e intelligenza, solo compiendo piccoli errori potrete farvi l’esperienza necessaria per essere sempre più sicuri.
Io personalmente ho compiuto diverse manovre sbagliate, che mi hanno permesso di capire quali sono i miei limiti e quindi di migliorare per evitare determinati inconvenienti.

 

 

Born To Be Free ti consiglia questi libri:

Commenta con Facebook




Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.