Sulkowsky Bartha e Zoltan Gyula: Il giro del mondo in sella ad un Harley Davidson

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Sulkowsky Bartha Zoltan Gyula sono due giovani Ungheresi che dal 1928 al 1936

partirono per il giro del mondo, in sella a una Harley Davidson con sidecar,

la prima a compiere il giro del mondo.

La storia comincia nel 1928. La guerra ha devastato l’Ungheria e la divisione dell’impero Austroungarico ha lasciato senza patria molte persone. Anche a causa della crisi economica il paese si trova in una pessima situazione.

Inizialmente Sulkowsky Bartha e Zoltan Gyula con i pochi soldi messi da parte si recano in Italia per cercare fortuna, ma anche qui la situazione non è delle migliori. A questo punto nasce in loro l’idea che l’unica soluzione sia quella di partire e compiere un viaggio straordinario intorno al mondo.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Pertanto si recano a Parigi per comprare il mezzo che secondo loro è il più adatto, una Harley Davidson modello J del 1922-1923 con sidecar.

Sulkowsky non aveva mai guidato una moto, ma imparò in fretta. Ai due giovani si uni anche un’artista femminista francese di nome Boriska Tila (chiamata anche Mime). Il trio si preparò a partire e a girare il mondo in motocicletta.

Purtroppo Mime si ammalò dopo la prima metà del viaggio quando stavano attraversando l’Africa, e decise di tornare in Europa, a casa. Ma i due giovani non rimasero soli perché durante l’avventura incontrarono altri compagni.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Per finanziare gli 8 anni di viaggio vendettero fotografie e articoli nelle varie città che incontrarono. Il loro peregrinare fu caratterizzato da una serie di incontri con personaggi importanti come Herbert Hoover, il Primo Ministro Hamaguchi, il generale Chiang Kai-Shek, Benito Mussolini, Charlie Chaplin, Bela Lugosi, Greta Garbo, il sindaco di New York, e tanti altri.

Il loro viaggio fu molto pubblicizzato e la loro reputazione li precedeva permettendo loro di viaggiare più agevolmente e di potersi autofinanziare.

Dopo un itinerario incredibile, dopo aver attraversato 68 paesi nei 5 continenti diversi, percorso 170 mila km in 8 anni, tornarono a casa nel 1936 con un bagaglio straordinario di conoscenze ed esperienze.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Purtroppo, tornati in Europa, non ebbero il successo e la fama che si aspettavano perché nel 1933-34 Robert Fulton Jr, aveva compiuto un percorso simile intorno al mondo e aveva impiegato 18 mesi. E successivamente aveva pubblicato il libro “One Man Caravan”. (Link Amazon)

I due giovani pensavano di essere stati i primi a compiere il giro del mondo in moto, ma purtroppo oltre a Robert Fulton Jr, prima di loro ci fu anche Robert Sexe 1926 e Carl Stearns Clancy nel 1912.

Di fatto sono i primi ad averlo fatto in sella ad una Harley Davidson.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Libro “Around the World on a Motorcycle: 1928 to 1936”

Tornati decisero di pubblicare ugualmente le loro avventure. Nel libro vengono descritti incontri e luoghi che sono stati profondamente mutati dalla successive guerre (2° Guerra Mondiale, Guerra del Vietnam, Iraq e molte altre guerre inutili) Di fatto quando si legge il loro scritto sembra di leggere un Romanzo. Questo è frutto anche delle di verse regole sociali e comportamentali di una epoca molto lontana.
Link per acquistare il libro su Amazon 

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Nel libro si evince anche che l’influenza occidentale nel resto del mondo non è stata necessariamente positiva.

Il racconto scritto da Gyula Bartha dà una visione molto chiara e lucida del mondo a cavallo degli anni 30, un mondo influenzato dalla colonizzazione europea. Ma nonostante ciò ebbero la possibilità di vedere la ricchezza dei sultani, l’estrema povertà delle culture remote e le città più importanti.

Hanno dovuto affrontare fango, sabbia, il caldo torrido e il freddo pungente, la piena dei fiumi e la forza della natura. Tutto questo viene raccontato sapientemente nel libro, che riesce a coinvolgerti e farti vedere il mondo nel periodo tra le due guerre mondiali.

Sulkowsky Bartha , Zoltan Gyula, Giro del mondo moto,, viaggi mto, libri moto, giro del mondo, grande viaggiatori ,

Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.