consigli moto tagged posts

ALTRE 9 COSE CHE HANNO MIGLIORATO IL MIO VIAGGIO

ALTRE NOVE COSE CHE HANNO INFLUENZATO POSITIVAMENTE IL MIO VIAGGIO,

RENDENDOMI LA VITA PIÙ FACILE E IL VIAGGIO PIÙ BELLO!

Negli anni ho maturato tanta esperienza provando molti oggetti, questo mi ha permesso di capire quali erano puro marketing e quindi non servivano a nulla e cose che invece non erano in linea con il mio modo di viaggiare.
L’esperienza ha messo in rilievo quali sono le caratteristiche fondamentali che mi interessano nella mia attrezzatura, perché in viaggio devo sentirmi a mio agio, avere oggetti che mi facciano risparmiare tempo, che siano leggeri e versatili, insomma devono facilitarmi la vita.

Sta di fatto che ho deciso di scrivere questo articolo perché dopo il precedente (9 COSE CHE HANNO MIGLIORATO LA QUALITÀ DEL MIO VIAGGIO) di acqua sotto i ponti...

Continua a leggere

COSE “BELLE” CHE NESSUNO RACCONTA DEI VIAGGI!

VIAGGIARE È UN'ESPERIENZA STRAORDINARIA, MA NON BISOGNA CREDERE AI VIAGGIATORI PERCHÈ SONO COME I PESCATORI, IL LORO PESCE È SEMPRE IL PIÙ GRANDE!Continua a leggere

90 LITRI DI COMODITÀ – SVELIAMO IL TRUCCO!

Cosa avrò mai messo dentro a queste borse per far stare tutto in 90 litri? Dalle mutande all’attrezzatura tecnica!Continua a leggere

44 Consigli per Viaggiare in Moto

PICCOLI E GRANDI CONSIGLI PER CHI VUOLE VIAGGIARE IN MOTO E AMPLIARE I SUOI ORIZZONTI.

Esistono centinaia di situazioni e di differenti problematiche in viaggio, per questo ho deciso di scrivere questo articolo per raccogliere alcuni consigli e idee su come si può viaggiare in moto. Non c’è un ordine ben preciso, ho scritto i primi 44 consigli che mi sono venuti in mente (ne volevo scrivere 50 ma ho finito le idee). Se ne avete altri scriveteli nei commenti e li aggiungerò.

Continua a leggere

LE FICHES DA VIAGGIO

Un modo per risparmiare tempo e velocizzare l'attraversamento ai posti di blocco.Continua a leggere

90 litri di felicità: un anno dopo

L’EVOLUZIONE DEL MIO BAGAGLIO MINIMALISTA

DOPO IL TEST IN VIAGGIO, DURATO DUE MESI.

Vedendo il successo dell’articolo “90 litri di libertà – Come viaggiare leggeri” ho capito che era arrivato il momento di scriverne il seguito, di condividere con voi l’esperienza di quel viaggio e di raccontarvi come si è modificato il mio bagaglio.

Così è nato questo articolo che si propone di aggiungere un tassello spiegando meglio la mia filosofia di bagaglio “perfetto”, e le sue motivazioni.

SOFFRIRE? NO GRAZIE!

Stavo parlando di attrezzatura da viaggio con un mio amico, e mi ricordo che ad un certo punto lui ha formulato questo pensiero: “Al giorno d’oggi c’è la moda di soffrire in viaggio, soprattutto in moto. Di fatto tutti fanno viaggi sempre più estremi solo per poter soffrire, perché in questo modo il viaggio diventa un’avventura…”

Un po’ sorpreso, ma con un sorriso in volto gli ho risposto: “allora sono un viaggiatore scarso! Perché io, in viaggio, voglio soffrire il meno possibile”.

Sì, perché negli anni ho capito che quando sono rilassato, tranquillo e felice tutto è più bello. Riesco a cogliere le occasioni, a fare fotografie più belle, a creare ricordi più duraturi. Insomma, riesco a vivere pienamente il Viaggio.

Come l’ho capito? Guardando le fotografie scattate durante i viaggi passati. Da questi scatti mi sono accorto che nei giorni in cui ero stanco e stressato avevo fatto meno foto, i miei ricordi erano sbiaditi. Esattamente come quando, nel mio quotidiano, sono stanco e pieni di problemi e mi sembra di colpo di vedere tutto grigio, così anche in viaggio lo stress e la stanchezza non mi permettono di godere pienamente del momento presente.

Continua a leggere

COME RIPARARE UN GUASTO IN VIAGGIO – Ebook

Creare questo ebook è stato un modo per unire diverse passioni e competenze che ho acquisito negli anni. Ho sempre collezionato, sia mentalmente che raccogliendo le foto e le storie, le riparazioni più strane, assurde e creative che i viaggiatori si sono inventati durante i loro viaggi.

 

“Una delle principali preoccupazioni dei motociclisti e soprattutto dei moto viaggiatori, sono i possibili problemi meccanici. Ormai le moto sono diventate abbastanza affidabili, ma conoscere i diversi punti deboli della propria moto è molto importante.

Bisogna anche pensare che in un viaggio, la moto è sottoposta a stress, più il viaggio sarà lungo, più accidentate le strade, più praticherete sterrati, più aumenterà anche lo stress a cui è sottoposta la vostra moto. Questo si traduce in un maggior rischio di rotture e usura di parti sensibili, allentaggio e perdita di bulloni e viti. Dopo ogni tratto di strada difficile, come sterrati, strade in pavé o tratti in cattive condizioni è buona norma controllare che tutto sia a posto e che non si stia perdendo niente per strada.”

Continua a leggere