Strade Mitiche : Pamir Highway

Strade Mitiche, le strade più belle del mondo, le strade più pericolose del mondo, strade belle, strade uniche, strade da fare una volta nella vita, strade spettacolari, strade da fare in moto, Pamir Highway , pamir in moto,

Il Pamir è una strada mitica che attraversa  l’omonimo altipiano,l’Afghanistan, l’Uzbekistan, il Tagikistan e il Kirghizistan.

Pamir Highway ufficialmente chiamata con il nome di M41, e in russo chiamata Pamirsky Trakt, è la seconda strada internazionale più alta al mondo, dopo la Karakoram Highway.

Alcune fonti dicono che inizia a Mazar-e Sharif, altre nella città di Dushanbe o Khorugh, ma si sa per certo che termina nella città di Osh in Kyrgyzstan.

La strada parte da Mazar-e Sharif in Afghanistan, si dirige verso nord attraversando l’Uzbekistan, gira a est ed entra in Tagikistan, passa per Khorugh. Prosegue, passa per Murghab e si dirige a nord verso il Passo Ak-Baital 4665 m.s.l.m. Poi verso il lago Kara-Kul e successivamente entra in Kirghizistan, dove  finisce nella città di Osh, percorrendo circa 1500 km. Il tratto tra Khorugh e Osh viene chiamato il tetto del mondo.

Nonostante sia una via di comunicazione importante e principale è molto trascurata e quindi in pessime condizioni, in alcuni punti l’erosione e le intemperie l’hanno danneggiata seriamente. Non è difficile trovare frane, allagamenti, e manto stradale in precarie condizioni, ma nonostante ciò non ha interruzioni e serve come via di comunicazione per tutta la regione del Gorno-Badakhshan.

Strade Mitiche, le strade più belle del mondo, le strade più pericolose del mondo, strade belle, strade uniche, strade da fare una volta nella vita, strade spettacolari, strade da fare in moto, Pamir Highway , pamir in moto,

Pyanj canyon

Il tracciato di questa strada è percorso da millenni e fa parte di uno dei sentieri della via della seta.

Questa strada è sicuramente una sfida impegnativa per i viaggiatori sia in moto che su 4×4, la maggior parte è asfaltata tranne per i passi di montagna.

Le condizioni del manto stradale sono scarse e la cattiva manutenzione o l’assenza di essa, unita alle condizioni atmosferiche rendono il tracciato impegnativo.

È molto famosa anche per i cicloturisti che la considerano un itinerario molto complicato e duro.

 

Strade Mitiche, le strade più belle del mondo, le strade più pericolose del mondo, strade belle, strade uniche, strade da fare una volta nella vita, strade spettacolari, strade da fare in moto, Pamir Highway , pamir in moto,

lago Kara-Kul – Foto www.marcoeclettico.com

Il primo tratto tra Dushanbe e Khorog fu costruito nel 1915 per volere dello Zar Alessandro II da ingegneri e operai reclutati dai campi punitivi. La creazione della strada fu complessa in quanto dovettero far saltare pareti verticali del Pyanj canyon per poter costruire il tracciato. Purtroppo gli operai e gli ingegneri morirono tutti nella costruzione di questo tratto.

Questo percorso non era però adatto a mezzi a motore infatti, in alcuni punti la strada era larga a malapena 1 metro, ed era adatta solo al trasporto con animali.

L’attuale tracciato è stato costruito successivamente per la precisione tra il 1931 e il 1934 dall’impero Sovietico, per favorire i collegamento dell’altopiano dell’Asia centrale. Dopo la caduta dell’impero la manutenzione della strada è stata quasi completamente assente e sono stati fatti degli interventi solo dove frane, smottamenti, alluvioni avevano danneggiato gravemente il tracciato.

Strade Mitiche, le strade più belle del mondo, le strade più pericolose del mondo, strade belle, strade uniche, strade da fare una volta nella vita, strade spettacolari, strade da fare in moto, Pamir Highway , pamir in moto,

Passo Ak-Baital 4665 m.s.l.m.

Nonostante le condizioni del manto stradale questa è ancora l’unica strada del Tagikistan che collega la regione Gorno Badakhshan al resto del paese.

Il clima che si può incontrare è tendenzialmente molto freddo per la maggior parte dell’anno considerate anche le alte quote, e più si è alti di quota più il tempo è variabile e può cambiare repentinamente.

Sul tracciato l’acqua e il cibo sono molto preziosi è importanti, infatti affrontandola procurare il cibo e un buon sistema di filtraggio o depurazione dell’acqua in modo da poter prenderla da torrenti e fiumi.

Questa strada può essere anche chiamata con l’appellativo di “The Road from Hell” tradotto La strada per l’inferno.

 

Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.