La prima volta in moto !!! DI NUOVO

Foto scattata al Passo AGUEGLIO

Per una concatenazione di ragioni era da un bel pò di tempo che non guidavo una moto, niente di grave nessun incidente, solo poca fortuna.
Certo non guidare per questo lasso di tempo non è stato una tragedia insormontabile, ma  l’assenza di questa pratica mi ha un po’ snervato.
Oggi mi trovo qui, dopo questo periodo di digiuno totale, a chiedermi se sono ancora in grado di guidare, se non ho perso lo smalto, i riflessi e le mie capacità di guida, insomma se sono ancora capace.
Sono un po’ nervoso, come quando fai per la prima volta qualcosa, anche se  in questo caso non è proprio la prima volta in assoluto ma la prima dopo un po’ di altre volte.

Decido “voglio farlo”, quando mi sto vestendo il nervosismo sale e dopo avere impiegato un’ eternità mi assale un pensiero << è proprio faticoso e stancante vestirsi da motociclista, è quasi un’ attività barbara quella di mettersi addosso questa armatura per andare in moto, Sono proprio sicuro di trovare divertimento in questo ?>>.

Il dubbio dura solo pochi istanti,  subito ripenso agli attimi di felicità e gioia che mi ha donato il viaggiare in moto, e questa pensiero mi spinge più forte che mai a risalire e partire.
Porto fuori la moto, ma chiudo e riapro il box almeno una decina di volto prima di aver preso tutto. Se qualcuno fosse stato lì a guardare si sarebbe sicuramente fatto delle grasse risate alle mia spalle. Mi vesto, salgo in moto e per i primi chilometri sono completamente spaesato e disorientato, ma dopo poco mi ricordo come si fa e tutto inizia a essere più fluido e lineare.
La sensazione che mi pervade è quella di ritrovare un oggetto a me caro perduto da tempo.
Si è vero sono un po’ arrugginito e non riesco a guidare al massimo delle mie possibilità, ma sono tanto felice.
Alla fine del giro ho capito che le mie paure erano solo immaginarie, e che in fondo, non è stato affatto difficile, pauroso o terrificante riprendere a guidare la moto. Insomma a volte crescono dentro a  ognuno di noi problemi inesistenti che ti rendono pigro al punto di non abbandonare il confort delle proprie comodità.
Per conclude voglio citare questa frase:

Nella vita è meglio rischiare e trovare il coraggio di attraversare quella linea e soffrire le eventuali conseguenze…. che rimanere fermo a fissarla per il resto della vita.

Buona strada a tutti.
Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.