MotoGiro : Svizzera Alpina Tappa 2

Dopo una nottata ventosa mi sveglio e mi preparo per affrontare il secondo giorno del mio itinerario. Smonto la tenda carico la moto e parto. Purtroppo il tempo non è dei migliori ma non mi scoraggio.
Mi dirigo verso  nord in direzione Walenstadt,  la strada è poco trafficata  e corre sul fondo valle,  mi fanno compagnia campi coltivati  e campi da pascolo. Attraverso Bad Ragaz rimanendo colpito dalla sua bellezza sia perché al strada corre in mezzo a un campo da golf sia perché tutto il paese è pieno di statue e di opere d’arte che lo fanno sembrare un posto magico.
Arrivati a Walenstadt la prima cosa che vedo è lo stupefacente lago il Walensee, scatto alcune  fotografie e comincio a percorrere la strada  che costeggia il lago.
Dopo pochi chilometri prendo la deviazione per Glarus e per il Klausenpass.  La strada lascia le sponde del lago  e comincia a salire permettendo di vedere dall’alto i paesini particolarmente caratteristici e lo specchio d’acqua.
Percorsi diversi chilometri caratterizzati da paesini incantevoli  comincio a salire per il Kalusenpass.
Dopo diversi tornanti si arriva ai piedi di una  parete quasi verticale della montagna che rende tutto più suggestivo. Il passo, che è situato su un altopiano, lo raggiungo dopo aver percorso parecchi tornanti.
Arrivato in cima al passo sono sorpreso dalla sua bellezza e semplicità, faccio qualche foto al paesaggio e al cartello che lo indica. Decido di visitare la piccola ma incantevole chiesetta, e annovero quanto visto  tra quei luoghi da rivisitare.
 
Dopo lo svago comincio a scendere, la strada per qualche chilometro costeggia  la montagna al punto da essere scavata nella roccia.  Oltre il  guardrail c’è soltanto lo  strapiombo che ne  aumenta la sua bellezza rivelando  degli scorci interessanti della valle sottostante.
 
Dopo i primi chilometri a strapiombo,  la strada comincia a scendere  con numerosi tornanti contornati da   prati da pascolo con altrettanti animali che mangiano.
Arrivato a Altdorf mi dirigo verso Andermatt. La strada è a tratti molto trafficata e questo fa perdere un po’ della magia del luogo.
Si possono incontrare piccole zone di sosta molto interessanti. Poco prima di Wassen mi  imbatto in  passerelle che non sono altro che la pista di passeggio che corre lungo il fiume . La valle in questo punto è abbastanza stretta e il fatto che ci passino l’ autostrada, la provinciale, la ferrovia e il fiume permette a queste passerelle di essere molto particolari e belle.

 

Dopo la passeggiata affronto qualche tornante e arrivo a Andermatt,  mi fermo per pranzare e riposarmi un poco.
Da qui parto in direzione  Passo San Gottardo, con i primi chilometri della provinciale  abbastanza trafficati.
Ciò  impedisce di godere il panorama,  dopo qualche chilometro c’è la deviazione per la strada vecchia,  la Tremola,  che porta al passo che è quasi completamente ricoperta da sampietrini,  il traffico è inesistente  aumentandone il  fascino.

 

Arrivato in cima mi  fermo e scatto alcune  foto ai numerosissimi laghetti e alle diverse statue, ma il tempo non è dei migliori allora decido di ripartire sempre prendendo la Tremola.
La strada comincia a scendere in un susseguirsi di tornanti, quasi tutta la strada è ricoperta da san pietrini solo alcuni punti dove è stata fatta una manutenzione importante non ci sono più.

 

Rimango sorpreso e meravigliato da come sia bella e particolare  e  il fatto che non sia asfaltata fa fare un salto indietro nel tempo immaginando quante persone possano aver calpestato quel tratto di strada.
Arrivati a fondo valle mi dirigo verso il Passo Novena, dopo pochi chilometri cominciano le curve  e i tornati che mi fanno prendere quota,  la strada è interessante e bella ma purtroppo una nuvola bassa mi impedisce di vedere e gustare al meglio il panorama.
 
Arrivato al passo ammiro  il suo splendido laghetto e la sua vista spettacolare sulle montagne infatti è quasi un balcone naturale che si affaccia sulla vallata sottostante.
Dopo le foto di rito risalgo in moto,  i nuvoloni neri mi inseguono, comincio a scendere e la prima cosa che noto è che la strada è davvero ripida ma con qualche curva interessante, naturalmente i paesaggi sono sempre bellissimi.
Arrivato a fondo valle mi dirigo verso Gletsch dove inizia sia la strada per il Grimselpass si a quella per il Furkapass.  

 

Nonostante i nuvoloni neri che minacciano pioggia decido di salire sul Grinselpass la strada  è un’infinità di tornanti e la cosa interessante è che  guardando sull’altro lato  della montagna si può ammirare la strada che sale per il Furkapass.
Arrivato in cima  noto subito un splendido specchio d’acqua e  ho anche una piacevole sorpresa, perché oltre al cartello di segnalazione è stata collocata una statua  di una vecchia motocicletta cavalcata da due persone,  la cosa è alquanto singolare   quindi decido di fare una fotografia ricordo.
 
Comincio a scendere e mi dirigo di nuovo a Gletsch  dove comincerò a salire per il Furkapass.
La strada,  come sempre, è frutto di una continua manutenzione, è molto bella e permette di vedere quella  che porta al Grimselpass.
 
Poco prima del passo c’è un punto interessante dove  ci si può fermare, purtroppo  è stato costruito un   albergo troppo  grande che deturpa la vista delle montagne circostanti.
Con mia spiacevole sorpresa il passo è quasi completamene deserto non vi è nemmeno un rifugio dove poter fare un break ,inizio a gironzolare  facendo qualche foto ma il senso di desolazione è  accentuato dal fatto che in cielo sia coperto.
 
Senza troppo pensarci comincio a scendere  in direzione Andermatt, la strada  è divertente e i paesaggi mi lasciano senza parole, scendendo attraverso anche un campo da golf.
Arrivato ad  Andermatt entro nel campeggio e comincio a montare tenda, a scaricare la moto, dopo un paio d’ore inizia a piovere  e non smetterà fino al mattino seguente.

Gallery

Svizzera Alpina  Tappa 1
Svizzera Alpina  Tappa 3

 

Visualizza MotoGiro della Svizzera Alpina : Tappa 2 in una mappa di dimensioni maggiori

 

Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.