J. Graham Oates il primo uomo ad attraversare tutto il Canada in moto

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Attraversare il Canada da costa a costa su una moto con sidecar percorrendo i binari nel 1928.

J. Graham Oates è nato nel 1897 a Douglas sull’Isola di Man, da adolescente ha combattuto nella prima guerra mondiale, come staffetta utilizzando sia cavalli che motociclette tornò dalla guerra con un deficit visivo da un occhio. Dal 1920 al 1926 corse in parecchie gare in Gran Bretagna e sul circuito dell’isola di Man al TT (Tourist Trophy). Oltre a correre progettava motociclette tra cui la “Aurora” che nel 1920 vinse il TT.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Nel 1926 andò in Bolivia dove rimase fino al 1928, lavorando nella miniera di stagno più alta del mondo, prima di tornare in Inghilterra, fece una sosta in Canada. Qui incontrò un suo amico e compagno di armi Charles Dennis Brown che stava tentando, senza molto successo, di vendere olio Castrol in Canada. Dopo una bevuta insieme i due concordarono che se la Castrol avesse sponsorizzato il primo uomo che attraversava il Canada con un veicolo su gomma, questa sarebbe stata un’ottima pubblicità.

Nel 1928 si trasferì in Canada, dove iniziò a progettare il suo primo viaggio in moto.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

“Toby” era il nome della moto, una Ariel del 1928 da 497cc mono cilindrica che si fece spedire dall’Inghilterra. Appena arrivata in Canada fu dotata di un sidecar Sturgess in stile Zeppeling costruito da Hamilton in Ontario. La scelta di dotare la moto di un sidecar fu necessaria per poter trasportare le provviste occorrenti per il viaggio.

A quel tempo la Trans-Canada Highway non era ancora stata costruita, per questo Graham, dovette convincere le autorità ferroviarie canadesi a concedergli il permesso di usare le loro linee ferroviarie per attraversare l’interno del Canada. Infatti per circa 1600 km non esistevano strade di nessun genere e l’unica soluzione era quella di guidare sulle rotaie. La società ferroviaria gli avrebbe rilasciato il permesso solo se avesse frequentato una scuola di formazione ferroviaria, per acquisire le necessarie competenze per usare il telefono di emergenza che poteva essere collegato alle linee adiacenti alla ferrovia e così avvenne.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Il 21 luglio del 1928, Oates insieme a “Toby” (la moto) partirono da Halifax, dove battezzò la moto immergendo la ruota anteriore nelle acque dell’oceano Atlantico, poi iniziò la sua avventura verso ovest per attraversare tutto il Canada.

Durante il Coast to Coast canadese, Oates incontrò diversi problemi meccanici, gomme bucate e problemi strutturali, che lo costrinsero durante il viaggio a fare parecchie soste forzate per sistemare la moto.

Durante i molteplici chilometri che fece sulle rotaie, dovette stare attento ai treni in transito e ogni volta che ne incontrava uno, era costretto a sollevare la moto e farla uscire dalla sede dei binari il più velocemente possibile.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Dopo un enorme sforzo fisico e mentale il 21 Settembre del 1928 aveva percorso 6400 km ed era nei pressi di Vancouver, dove per la tappa finale si unì a lui il sindaco Luigi D. Taylor. Oates si diresse a English Bay, dove immerse la ruota della sua moto nell’Oceano Pacifico concludendo così la sua incredibile avventura transcontinentale su una motocicletta. Di fatto è stato il primo uomo a compiere un viaggio attraverso tutto il Canada con un veicolo su gomma.

Quando arrivò a Vancouver, consegnò le innumerevoli lettere scritte dai sindaci di tutte le piccole e grandi città che aveva attraversato, a dimostrazione della necessità di un’infrastruttura stradale per lo sviluppo del Canada.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Tornato dal viaggio aprì un concessionario di motociclette che ebbe molto successo, nel 1932 tornò in Inghilterra, dove con la collaborazione del Times, programmò il suo viaggio in Gran Bretagna e Canada per promuovere la vendita dei prodotti Empire Goods. Dopo aver percorso quasi 3000km in giro per l’Inghilterra partì per il Canada dove ripercorse l’itinerario del 1928 fino a Winnipeg, circa a metà strada tra i due oceani, dove si diresse a Nord, utilizzando i binari fino alla Baia di Hudson, diventando così la prima persona a raggiungere questa baia con un veicolo su gomma.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Per questo viaggio si preparò meglio, utilizzò una Ariel Red Hunter con l’interasse del sidecar di larghezza variabile e due ruote flangiate, una sulla ruota anteriore e l’altra sulla ruota posteriore. Guidando di fatto sul binario e non più sulle traversine. Questo viaggio fu più lungo di quello del 1928 e percorse circa 20.000km. Partì il primo di Agosto e arrivò a destinazione il 17 Dicembre del 1932.

Concluso il viaggio tornò in Inghilterra dove partecipò a diverse gare motociclistiche in tutta Europa. Nel 1939 fu richiamato dall’esercito dove aprì una scuola per insegnare ai soldati a guidare la motocicletta per consegnare i dispacci e i documenti in moto.

Trascorse del tempo anche come aviatore insieme a Charles Lindbergh.

Per i sui viaggi e per il suo impegno nel creare e migliorare il mondo delle motociclette, nel 2009 è stato inserito nella Motorcycle Hall of Fame.

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Libro

Aurora to Ariel” è il libro che racconta la storia di J. Graham Oates, non solo della sua passione per le moto ma anche della sua carriera militare, il suo incredibile talento come ingegnere, i suoi viaggi pionieristici in Canada. Insomma un resoconto della sua vita tra imprese incredibili e emozionanti, compiute da un uomo eccentrico. Il libro è un tributo a questo grande viaggiatore e motociclista.  Link Amazon

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,

Born To Be Free ti consiglia questi libri:

J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori, J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,
J. Graham Oates, viaggi in moto, viaggiatori storici, grandi viaggiatori,