Come Viaggiare in gruppo

Se si vuole fare un viaggio in moto ci sono due possibilità: o in solitaria in gruppo.
In qualsiasi modo si voglia affrontare un viaggio consiglio di preparare  un kit di attrezzi per risolvere le emergenze e i piccoli guasti, partire con la moto e i documenti in ordine,  preparare l’itinerario che si intende sviluppare, informarsi su tutti gli aspetti burocratici, le norme dei codici stradali del paese che si intende  visitare. 

In questo articolo vorrei affrontare l’argomento del viaggio in gruppo, cercando di capire quali siano gli aspetti  positivi e negati,  di come ci si deve comportare e come far in modo di non rovinarselo a vicenda.

Viaggiare con altre persone non ha per forza solo aspetti positivi, può per le persone meno avventurose, più timide e che soffrono facilmente di solitudine essere un buon modo per viaggiare.

Infatti partire con altri  infonde un senso di coraggio e fiducia in se stessi e nel/i  compagni  di viaggio.

Viaggiare in gruppo significa avere molto spirito di adattamento, buon senso e rispetto per gli altri. Bisognerà adattarsi ai  diversi stili di guida, alle andature,  alle velocità,  alle esigenze e alle abitudini di ognuno.
Vi consiglio anche di leggete “Segnali in Moto” e “Saluto tra motociclisti” per conoscere i segnali basilari di comunicazione.

 

 

Qui sotto  elenco i miei  consigli:

  • Per affrontare un viaggio in gruppo bisogna decidere chi è il Capo Gruppo, quello che sta davanti e lo guida. Questa compito non è facile in quanto bisogna, oltre che guidare la moto e gustarsi il paesaggio, guardare i cartelli, il navigatore o le cartine e cercare di percorrere l’itinerario prestabilito. Inoltre occorre controllare che lungo il tragitto non si perda nessuno. Gli altri del gruppo devono aiutarlo stando il più possibile uniti per non  perdersi o rimanere indietro, controllando gli specchietti per vedere, che,  chi vi sta dietro, non abbia problemi.

  • Cercate di stare compatti, non state nè troppo vicini nè troppo lontani dalla moto che vi precede, soprattutto nei luoghi con molto traffico.

  • Non bisogna mai viaggiare in fila indiana, ma sfalsati questo per avere maggiore spazio di frenata e maggiore visibilità sul traffico che vi precede e sulle condizione del manto stradale. Ciò  consente a chi vi sta davanti di vedervi. Cercate di non posizionarvi mai nella zona cieca di chi vi precede.

  • Quanto partite  presentatevi con il pieno al serbatoio.  Questa piccola regola farà risparmiare un sacco di tempo a tutti. Durante le sosta per i rifornimenti, anche se avete ancora autonomia praticate il rabbocco per evitare di dovervi fermare troppo spesso.

  • Se siete stanchi o c’è un urgenza personale (al  pilota o al passeggero) comunicatelo subito al Tour leader che provvederà in tutta sicurezza ad effettuare una sosta. E’ meglio effettuare una sosta in più  evitando  pericoli dovuti alla stanchezza, alla tensione del viaggio o a necessità fisiche.

  • Se dovesse iniziare a piovere durante la marcia, il Tour Leader deciderà e indicherà dove fermarsi in sicurezza per indossare l’abbigliamento antipioggia.  E’  meglio prendere un po’ d’acqua che fermarsi in un punto pericoloso.

  • In un gruppo è importante la comunicazione tra una moto e l’altra.  Occorre ricordare  che potete comunicare (se non avete l’interfono) solo con chi vi sta a fianco e dietro di voi. Chi è davanti  non vi può vedere. Andate a leggere “ Segnaliin moto“ e “Saluto tra motociclisti”.

  • Rispettate sempre il codice della strada, anche se vi sembra assurdo, cercate di guidare calcolando ogni rischio e ricordatevi che la strada non è una pista e che i vostri compagni di viaggio non sono i vostri avversari da sorpassare. Non sorpassate mai in maniera azzardata o all’interno di una  curva perché una vostra eventuale scivolata potrebbe far cadere il mal capitato che state sorpassando.

  • Evitate comportamenti pericolosi  per voi e per gli altri utenti della strada.

  • Se viaggiate con un passeggero ricordatevi che siete responsabile dei danni fisici che può riportare in caso di incidente, se vi fate male quasi certamente se ne farà anche lui.
  • Se vedete dello sporco sul manto stradale o un altro pericolo segnalatelo subito al gruppo.

  • Ricordatevi che non dovete dimostrare niente a nessuno nè in sella alla moto nè in altre occasioni, dovete godervi il viaggio e la compagnia.
  • Cercate di partire con la moto in ordine e senza problemi, se c’è un problema va risolto prima di partire. L’alternativa è rinunciare al viaggio  per non rovinarlo  agli altri.

  • Se un vostro compagno ha delle difficoltà o un guasto comunicatelo subito al Tour Leader e posizionatevi uno davanti alla moto con problemi e l’altro dietro con le quattro frecce per segnalare agli altri utenti il pericolo o il rallentamento.
  • Quando ci si ferma, parcheggiate la moto in maniera tale da non disturbare nè  gli altri utenti della strada nè i compagni di viaggio.  Parcheggiate tutti nello stesso modo e non troppo vicini. State attenti perché molti piccoli incidenti avvengono nella fase del posteggio  o per disattenzione e inutile fretta.

  • Tutti i partecipanti al viaggio devono conoscere l’itinerario che si va ad affrontare (almeno in linea di massima). Se ci fossero problemi sull’itinerario  o sulla strada o su qualsiasi altro aspetto comunicate prima della partenza i vostri dubbi-obiezione e cercate, se necessario, di modificare l’itinerario.
 

Viaggio oltre la moto:

  • Durante il viaggio cercate di non parlare di argomenti che possano creare tensioni e problemi, quindi evitate nel limite del possibile di parlare di argomenti come politica, calcio e religione e cercate di rispettare sempre le opinioni e la sensibilità di ognuno.

  • Cercate di non commentare la scelta che ognuno ha fatto della propria moto e della propria attrezzatura.  Ogni individuo  ha esperienze diverse e quindi ha effettuato scelte diverse, tutte da rispettare in egual misura.

  • Se vi sono degli imprevisti cercate di decidere sul da farsi in maniera civile e senza alterarsi.

  • Cercate di decidere gli orari di ritrovo e di partenza e non fate mai aspettare gli altri.
 
Qui sotto vi ho messo alcuni tavole di comunicazione del tour leader:

Tavole di  indicazioni comportamento:
Immagini prese dal sito : www.motoexplora.com
Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.