Rimessaggio invernale della moto




Si sa ci sono i motociclisti che usano la moto tutto l’anno e quelli che decidono di utilizzarla solo con la bella stagione, con questo articolo voglio dare un’ infarinatura a tutti quelli che parcheggiano la propria motocicletta per l’inverno o per lunghi periodi. Seguendo questi consigli potrete ritrovare, in primavera o dopo una lunga sosta, il vostro mezzo a due ruote in condizioni perfette.

Dove mettere la moto? Come coprire la moto?

Dove mettere la moto? Ovviamente il posto migliore, dove sistemare la moto durante i lunghi periodi di inattività, è senz’altro un luogo asciutto e riparato, un box e magari riscaldato con un buon ricambio d’aria, se non è possibile allora ci si può accontentare di un posto al coperto. In modo che pioggia e polvere non possano danneggiare il veicolo.
Coprire la moto, Rimessaggio invernale moto

Come coprire la moto? Se riponete la motocicletta in un box il consiglio è ricoprirla con un telo, possibilmente in tessuto, come un lenzuolo o un pezzo di stoffa abbastanza grosso.

Se invece la motocicletta rimarrà all’aperto è meglio coprirla con un telo cerato di quelli appositi che si trovano facilmente in commercio e che hanno occhielli metallici ai bordi per fissarli.

Come Lavare la moto?

Si sa dopo una stagione di utilizzo la moto è sicuramente sporca, ma per preparare la moto al suo letargo una buona lavata sia al motore sia alla carene è d’obbligo. Infatti la povere e la sporcizia accumulati, come il grasso in eccesso, possono creare problemi. Dopo averla lavata e pulita a fondo bisogna stare attenti anche ad asciugarla bene infatti l’acqua a lungo andare può creare danni.


Batteria: cosa fare?

Se vogliamo che ,al risveglio della nostra amata moto, la batteria sia carica e utilizzabile bisogna prestarle alcune cure.
La cosa migliore da fare è scollegare la batteria dall’impianto elettrico, questo si fa svitando il bullone che tiene attaccato il morsetto. Solitamente si scollega il positivo, ma non ha molta importanza basta scollegare uno dei due morsetti, quello più comodo.
Ricordiamoci che staccando la batteria dall’impianto elettrico, l’orologio si azzererà e andrà reimpostato quando si collegherà la batteria.
Se il periodo di non utilizzo della moto è di qualche settimana o un mese si può evitare di scollegare la batteria.

Mantenitore di carica moto, Rimessagio invernale

Se non si ha voglia di scollegare la batteria, è sconsigliato accendere la moto periodicamente e farla scaldare da ferma, questo perché accendere la moto dopo un periodo di sosta prolungato fa consumare molta batteria. Lasciare la moto accesa solo il tempo necessario a scaldare il motore da fermo non permetto alla batteria di essere ricaricata. Quindi a lungo andare la batteria si scaricherà.

Ricordate che le batterie soffrono il freddo e per far sì che la vostra batteria abbia una vita lunga evitate di lasciarla per lunghi periodi al freddo. Se il luogo dove parcheggiate la vostra moto è un luogo molto freddo allora consiglio di mettere la batteria in luogo più caldo come all’interno di casa.
Se lasciate la batteria completamente scollegata dalla moto per lunghi periodi  è bene ricaricarla prima di rimontarla.
Un’altra soluzione è il mantenitore di carica, sono apparecchi che si collegano alla batteria e, come dice il nome, mantengono costante la carica della batteria.

Occorre sapere che alcune batterie non si possono ricaricare con i carica batterie classici, ma bisogna portarle al concessionario della marca della moto, dove provvederanno alla ricarica con un caricabatteria speciale.

Potrebbe interessarti : Presa Accendisigari 12V per Moto

Serbatoio: cosa fare?

Se la sosta della moto è molto lunga lasciare il serbatoio con poca benzina potrebbe portare all’evaporazione di essa e quindi al deposito di impurità nel serbatoio, nelle tubazione, ecc. Inoltre se il serbatoio è vuoto o con poca benzina si rischia la formazione di condensa al suo interno, che può farlo arrugginire  (se è di metallo) o cosa ancora può grave far entrare acqua all’interno del motore. La cosa migliore prima di mettere la moto in letargo è quella di riempire fino all’orlo il serbatoio di benzina.

Ricordatevi di chiudere il rubinetto della benzina (se la moto ne è fornita) per impedire pericolose perdite.

Bisogna oliare la catena?

Indipendentemente dal lavaggio della moto, oliare la catena è molto importante per proteggerla dalla formazione di una lieve patina di ruggine e ossidazione dovuta all’umidità dell’aria.

Bisogna pulire a fondo sia la catena che la slitta, il paracatena e la scatola del pignone e togliere tutti i residui di sporco e di grasso e infine oliare la catena.

Gomme e cerchi

Per impedire che gli pneumatici si ovalizzino, questo è dovuto al fatto che il carico della moto è solo una parte della gomma, è buona norma mettere la moto sui cavalletti da officina così da tenere entrambe le ruote sollevate. Se non si possiedono potete usare il cavalletto centrale della moto se non possedete neanche questo il consiglio è di abbassare leggermente la pressione delle gomme e di spostarla periodicamente.

Se non possedete nè il cavalletto centrale nè quelli da officina un altro problema è quello della cristallizzazione delle gomme a contatto con il terreno freddo, un buon rimedio è quello di mettere tra la gomma e il terreno una tavoletta di legno che avrà una funzione isolante.

Consigli moto, Rimessaggio invernale moto


Ti può interessare :

Cosa fare al Motore?

Come prima cosa occorre rimuovere i residui di grasso e pulire la parte esterna dal motore e controllare che non ci siano perdite.
Come prima cosa smontare le candele in sequenza e ricordarsi in che posizione erano, così da poter controllare in futuro usure o annerimenti anomali.
Prendere un cucchiaio di olio motore e metterlo all’interno di ogni cilindro, fare girare il motorino di avviamento  per qualche secondo e rimontare le candele nel giusto ordine. Così facendo si impregnano le pareti del cilindro di uno strato sottile di olio e si riesce a far arrivare l’olio pulito alla fasce elastiche  che le proteggerà dalla lunga inattività.

Sospendere la polizza assicurativa

Quando decidete di mettere la vostra moto in garage per l’inverno ricordatevi di sospendere l’assicurazione, quasi tutte le compagnie lo consentono, anche se alcune di esse fanno pagare la riattivazione, informatevi bene, infatti alcune compagnie permettono la sospensione per un tempo minimo e uno massimo (ad esempio per tempo minimo di un mese e massimo di 3-4 mesi)

Altre precauzioni

Per prevenire la formazione di ruggine sulle parti cromate bisogna stendere uno strato sottile di vasellina su tutte le zone a rischio.

Se decidete di usare la moto d’inverno ci sono delle precauzioni che bisogna prendere per evitare problemi.
Come prima cosa se usate la moto dopo che ha nevicato consiglio di lavarla al più presto, infatti il sale, quello che spargono quando nevica, può danneggiare gomme, parti cromate, parti elettriche,  carene, ecc. Insomma se non si toglie il sale dalla moto questo può creare dei danni.

Risveglio moto in primavera dal letargo

Quando vogliamo riprendere la moto dopo una lunga inattività bisogna avere delle accortezze perché questa sia in perfette condizioni.Come prima cosa togliamo il telo protettivo e puliamo a fondo la moto dall’eventuale polvere che si è depositata. Prima di lavarla ripristiniamo la pressione dei pneumatici (quella prescritto dalla casa costruttrice).

Se abbiamo scollegato la batteria prima di rimontarla ricarichiamola, se abbiamo usato un mantenitore di carica allora la batteria sarà già pronta.Ora proviamo a mettere in moto il veicolo, quasi sicuramente non partirà al primo tentativo, non bisogna preoccuparsi. Infatti la lunga inattività avrà creato delle bolle d’aria all’interno del circuito di alimentazione che dovranno essere riempite dalla benzina.

Non insistete con i tentativi ripetuti provate invece ad accenderla e fate girare il motorino per 5-10 secondi se non parte aspettate 30-40 secondi per il successivo tentativo. Appena il motore si mette in moto fatelo girare per alcuni minuti finchè il regime dei giri si stabilizza. Appena  il motore è acceso può creare odore di bruciato o simili, questo avviene perché all’interno della marmitta e dei cilindri si sono formati, con il tempo, dei composti che solitamente non sono presenti.

Quando il motore si è scaldato e dalla marmitta esce un fumo di scarico incolore e tutto sembra normale spegnete la moto e dopo qualche minuto provate a farla ripartire. Se la moto si accende senza problemi allora potete spegnerla e lasciarla raffreddare e sarà pronta per la bella stagione.


Se avete consigli o altri suggerimenti commentate pure o contattatemi all’indirizzo mail.


Ti può interessare :

Commenta con Facebook




Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.