Kit attrezzi officina per moto

Dopo aver scritto l’articolo Kit attrezzi da moto per i viaggi mi è venuto in mende anche questo articolo con cui voglio dare un’ infarinatura generale sugli attrezzi che servono per compiere piccole riparazioni e manutenzioni alla propria moto.

Non serve spendere una cifra esorbitante, come già detto con il kit di attrezzi in dotazione si può smontare, riparare e fare manutenzione a gran parte della moto.

Il problema del kit di attrezzi è che molto spesso sono attrezzi di dimensioni ridotte e che occupano poco spazio, quindi in determinati casi sono un po’ scomodi da usare.

Una cosa da tenere i considerazione è che, più il dado o la testa della vite sono di piccole dimensioni più l’attrezzo dovrà essere preciso e di buona qualità per non rovinarli.
Quando comprate gli attrezzi non comprate le cassette o i set pronti, primo perché di solito la qualità è inferiore a parità di prezzo e secondo perché avrete delle chiavi che non servono a nulla e che lascerete lì a prendere polvere. Un altro consiglio per chi inizia è di cominciare a comprare solo gli attrezzi che servono e che si sanno usare (se vuoi fare il cambio olio e filtro compra solo gli attrezzi che servono) e comprarli man mano che si devono fare i lavori.

Ti può interessare : Presa Accendisigari 12V per Moto

Voglio dividere l’elenco in due categorie, quelli di Base (indispensabili) che servono per compiere piccoli interventi  e che servono per iniziare, quelli da Officina che servono per compiere interventi più complessi.

 

 

Attrezzi di base da manutenzione moto

Per effettuare piccole riparazioni  o manutenzioni ordinarie.

  • Un set di chiavi fisse per non utilizzare sempre quelle in dotazione, consiglio dicomprare prima le misure piccole perché come già detto devono essere di qualità (almeno 8-10-12).
  • Cacciaviti di buona qualità a stella e piatti di diverse dimensioni preferibilmente con punta magnetica, recuperate anche un cacciavite con innesto che permette di poter fare maggiore leva e di smontare con facilità anche le viti più dure.
  • Brugole di diverse misure di ottima qualità, se possibile quelle da officina lunghe, anche qui vale la regola che più è piccolo il bullone a brugola più dovrà essere precisa e di qualità la chiave.
  • Chiave per filtri per smontare il filtro durante il tagliando.    Chiavi per filtro
  • Un martello di gomma
  • Nastro isolante, nastro telato
  • Forbice da elettricista per sistemare l’impianto elettrico.
  • Fascette elettriche di diversa misura. (servono per fare svariate cose, è meglio averne sempre in abbondanza)
  • Svitol e riattivante per impianti elettrici servono per smontare i bulloni duri e arrugginiti e per togliere l’ossidazione dalle parti elettriche.
  • Grasso/ olio per catena.
  • Uno spazzolino da denti  per pulire la catena o parti incrostate, potete usarne anche uno usato.
  • Manuale officina della vostra moto, se non vi è stato dato come dotazione si possono trovare in internet.
  • Manometro, ne esistono di economici che si possono portare sempre in viaggio. La pressione delle gomme è molto importante.   Manometro
  • Tester per controllare la carica della batteria o per controllare il funzionamento dell’impianto elettrico.  Tester
  • Cavetti di emergenza, in caso la moto rimanga con la batteria a terra così potrete collegarla ad un’altra moto o a una qualsiasi 4 ruote. Cavi avviamento moto
  • Guanti in lattice, sono utili soprattutto se dovete fare lavori con olio o altre sostanze.
  • Stracci, di diversa dimensione e cercate di non rimane mai senza.
  • Un catino per poter scaricare l’olio quando si effettua il tagliando, in commercio vendono anche appositi catini e taniche ma se volete risparmiare basta usare una vecchia tanica tagliandola.
  • Set di pinze, consiglio di prendere per prime la Pinza a Pappagallo e la Pinza a Becco che sono le più importanti poi successivamente, anche la Pinza da elettricista e la Pinze Autobloccante

 

 Cacciavite ad innestoKit attrezzi officina per moto, Chiave smonta filtro a nastro

 

 

Attrezzi da officina per moto:

Oltre quelli di base bisogna aggiungere:

  • Cavalletto posteriore da officina che vi semplificherà di molto i lavori, come la pulizia e l’ingrassaggio della catena, ma vi permetterà anche di lavorare con la moto perpendicolare al terreno e non inclinata.
  • Cavalletto anteriore da officina (quasi tutti i lavori si riescono a fare possedendo solo quello posteriore quindi consiglio di comprare prima quello posteriore).
  • Chiave dinamometrica, utile per serrare la bulloneria alla giusta coppia, infatti la tendenza, senza questa chiave, è quella di stringere troppo i bulloni e questo può creare nei casi peggiori anche la rottura del bullone. Cercatene una di buona qualità e che sia adatta alle vostre esigenze.   Chiave dinamometrica
  • Caricabatterie / mantenitore di carica della batteria (se usate spesso la moto  potrebbero non servirvi mai, se staccate la batteria quando la moto sta ferma per lunghi periodi potete avere solo il caricabatteria).
  • Gonfia gomme manuale / compressore con manometro per controllare e gonfiare le gomme.
  • Un set bussola con cricchetto per smontare con più facilità dadi e bulloni.
  • Set di chiavi a T per smontare viti che si trovano in profondità o in posti scomodi.
  • Cacciavite a percussione, serve per poter smontare quelle viti che non vogliono proprio saperne di essere smontate.   Cacciavite a percussione

Kit attrezzi officina per moto, pinza a scatto.Kit attrezzi officina per moto ,Chiave dinamometrica

Metto a parte i seguenti attrezzi perché servono solo per interventi particolari e che richiedono un certo impegno e conoscenze:

Kit attrezzi officina per moto, Smagli catena
  • Attrezzi per ri-filettare le viti.
  • Calibro per interventi di precisione.  Calibro
  • Smaglia catena.
  • Set per smontaggio gomme.
  • Kit per Cambio olio freni.

 

Per me questi sono gli attrezzi che servono per praticare lavori sulla moto ovviamente più uno ha attrezzi a disposizione e più facile e veloce sarà risolvere il problema, ma non significa che solo una mega officina attrezzata può fare manutenzione ordinaria e straordinaria alla vostra moto.

Se siete alle prime armi non cimentatevi con lavori lunghi e difficili perché rischiereste solo di arrabbiarvi e di demoralizzarvi, cominciate con lavori semplici e veloci e soprattutto andate per gradi. Non iniziate più lavori contemporaneamente e cercate di non avanzare mai nessun pezzo.

Se avete paura di non saper rimontare quello che volete smontare fate delle foto così da avere delle prove di come sono montate i singoli componenti. Prima di affrontare un lavoro che non sapete fare consultate il manuale di officina, siti, forum o un amico con più esperienza di voi.

 

STATE ATTENTI e cercate di fare un lavoro fatto bene se pensate di aver sbagliato qualcosa o dopo l’intervento emergono problemi alla moto rivolgetevi al vostro meccanico di fiducia.

 

Ti può interessare :

Commenta con Facebook

Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.